Racconti d’estate

La serie

La serie itinerante «Racconti d’estate» propone dal 2010 spettacoli di narrazione storica dedicati a vicende accadute nel Centro-Nord Italia durante il basso Medioevo, il Rinascimento e l’Età Moderna.

La rassegna è ideata e condotta da Davide Tansini. Si sviluppa per tappe (indipendenti le une dalle altre), organizzate durante la stagione estiva presso parchi, musei, castelli e altri edificî storico-monumentali.

Gli eventi di «Racconti d’estate» sono ispiràti al teatro di narrazione. Ogni spettacolo parla di un episodio storico o di un tema riguardante uno specifico contesto storico-geografico.

Il discorso di Davide Tansini è impostato su uno stile colloquiale, vivace e a tratti ironico. Si basa sulle ricerche condotte dallo storico stesso in àmbito medievale, rinascimentale e moderno.

Nelle sue illustrazioni l’autore-narratore non si limita alle cronistorie e alle biografie, ma tratteggia anche il contesto degli episodî e déi temi che sono alla base della trama degli spettacoli.

Le narrazioni storiche di «Racconti d’estate» si prestano così a molteplici livelli di fruizione e di approccio da parte del pubblico, perché diversi sono gli aspetti affrontàti durante ogni evento: arte, cultura, curiosità, economia, personaggî, politica, società, territorio.

La narrazione storica

La formula scelta per gli spettacoli della serie itinerante «Racconti d’estate» è quella narrazione storica.

Ispirato al teatro di narrazione, questo tipo di pièce si basa su una relazione con il pubblico non mediata dall’interpretazione di personaggî fittizî o romanzàti (in costume o no), bensì sviluppata attraverso la stessa identità del narratore.

Ruolo, questo, che è ricoperto da Davide Tansini. Lo storico non è solo l’autore e l’interprete degli spettacoli, ma anche il ricercatore che ha ricostruito le vicende su cui si basano le trame delle narrazioni.

Tale unità di funzioni contribuisce a ridurre la distanza tra scena e spettatori. La contiguità tra narratore e pubblico non è solo figurata ma anche reale, perché diverse rappresentazioni avvengono in assenza di un vero e proprio palcoscenico.

Oltre alla tradizionale presentazione in assetto statico (con gli spettatori accomodàti in platea), gli spettacoli della serie «Racconti d’estate» sono allestiti in forma dinamica: lungo percorsi guidàti a tappe, attraverso parchi, mura di castelli e piazzeforti, siti archeologici.

In questi casi, non sono mai presenti costruzioni sceniche: il fondale è rappresentato dalla location stessa (che, talvolta, coincide con il luogo dove si svolsero le vicende narrate).

Semplicità di allestimento e racconto on site incrementano il coinvolgimento degli spettatori: favorisce la loro concentrazione sulla trama e l’immedesimazione negli espisodî descritti.

Sempre seguendo questo fil rouge comunicativo, lo storico privilegia temi di forte continuità tra passato e presente nello sviluppare i contorni narrativi e le sottotrame degli spettacoli. Argomenti sentiti e vissuti ancór oggi: per esempio, vita quotidiana, tasse, pulsioni umane, indirizzi e sistemi di governo.

Ad aumentare ulteriormente la prossimità tra conduttore e pubblico provvede lo stile narrativo di Davide Tansini: affabile, brioso, colloquiale, con una dose di ironia.

Gli spettacoli

La serie itinerante «Racconti d’estate» ha finora presentato dodici titoli fra quelli degli spettacoli di narrazione storica ideati da Davide Tansini.

Nel Luglio 2010 è avvenuto il debutto (di serie e di pièce) con l’evento Pizzighettone 1449: intrigo al castello.

Durante la stagione 2011 hanno fatto la loro comparsa gli spettacoli Pizzighettone 1500: guerre, scandali, potere e Pizzighettone 1403: la battaglia dimenticata (che con quello dell’anno precedente formano una trilogia sulla storia pizzighettonese del XV secolo).

Sempre due entries hanno aperto e concluso «Racconti d’estate 2012»: Visconti e Sforza: i segreti del potere e Storie di castellani: politica, intrighi, segreti.

Nell’Agosto 2013 è stata la volta della narrazione storica Piacenza 1547: come ammazzare un duca.

Il debutto della stagione 2015 è coinciso con quello dello spettacolo Francesco Sforza: l’impresa del potere. Nella stessa estate ha fatto il suo ingresso Tortona 1706: assedio alla fortezza.

L’Agosto 2017 ha visto l’apparizione in scena della narrazione storica Briganti, pirati e frontiere.

Entries di «Racconti d’estate 2018» sono stati gli eventi Tasse, balzelli e tanti guai e Storie (impreviste) fra le mura.

Infine, durante la stagione 2019, è stato rappresentato per la prima volta lo spettacolo Napoli 1465: la vendetta del condottiero.

I Luoghi

Dal 2010 al 2019 la rassegna «Racconti d’estate» ha fatto tappa in sedici località situate in Lombardia, Toscana, Piemonte, Emilia-Romagna e Liguria.

L’antica cerchia muraria di Pizzighettone (Cremona) ha ospitato il debutto della serie con lo spettacolo Pizzighettone 1449: intrigo al castello. In séguito, vi si sono svolti anche Pizzighettone 1500: guerre, scandali, potere, Pizzighettone 1403: la battaglia dimenticata, Visconti e Sforza: i segreti del potere, Francesco Sforza: l’impresa del potere, Piacenza 1547: come ammazzare un duca e Napoli 1465: la vendetta del condottiero.

A Castiglione d’Adda (Lodi) sono stati il Castello Pallavicino Serbelloni e l’ex Municipio a fornire le locations delle narrazioni storiche Visconti e Sforza: i segreti del potere, Storie di castellani: politica, intrighi, segreti e Piacenza 1547: come ammazzare un duca.

Nel Museo Archivio della Memoria di Bagnone (Massa e Carrara) si è tenuta una rappresentazione dello spettacolo Francesco Sforza: l’impresa del potere.

Il Parco del Castello di Tortona (Alessandria), sul Colle Savo, è stata la location unica di Tortona 1706: assedio alla fortezza.

A Piacenza il Palazzo Gotico, affacciato sulla Piazza dei Cavalli, ha ospitato la coppia di spettacoli Piacenza 1547: come ammazzare un duca e Storie (impreviste) fra le mura.

Berceto (Parma) ha accolto la narrazione storica Visconti e Sforza: i segreti del potere nell’area archeologica del Castello Rossi.

Un’altra rappresentazione del medesimo spettacolo si è tenuta a Levanto (La Spezia) nell’antica Loggia Comunale.

Sempre sulla Riviera Ligure di Levante, a Moneglia (Genova), nell’area del complesso della Torre di Villafranca hanno fatto tappa gli eventi Storie di castellani: politica, intrighi, segreti e Briganti, pirati e frontiere.

Il debutto di quest’ultima narrazione storica è invece avvenuto a Nibbiano (Alta Val Tidone, Piacenza) presso la Piazza del Castello.

Presso la Cittadella Viscontea di Bergamo si sono svolti gli spettacoli Pizzighettone 1403: la battaglia dimenticata e Visconti e Sforza: i segreti del potere.

Anche le Cinque Terre hanno ospitato una tappa di «Racconti d’estate»: Briganti, pirati e frontiere, rappresentato presso la Porta Rossa di Manarola (Riomaggiore, La Spezia).

Nel Castello Sforzesco di Milano si sono tenute le rappresentazioni di Pizzighettone 1500: guerre, scandali, potere e Pizzighettone 1403: la battaglia dimenticata.

Nella location della Spianata di San Pietro a Porto Venere (La Spezia), affacciata sul Golfo dei Poeti, ha avuto luogo un allestimento di Tasse, balzelli e tanti guai.

Gli spazî del Castello di Brescia, sul Colle Cidneo, hanno ospitato gli spettacoli Storie (impreviste) fra le mura e Storie di castellani: politica, intrighi, segreti.

Parma ha accolto la narrazione storica Piacenza 1547: come ammazzare un duca nell’area della Cittadella.

Chiude l’elenco delle località ospitanti Sestri Levante (Genova): nel Parco di San Nicolò dell’Isola è stato allestito lo spettacolo Tasse, balzelli e tanti guai.

Le stagioni

Durante le dieci stagioni della serie itinerante «Racconti d’estate» sono stati allestiti cinquantacinque spettacoli.

L’estate del 2010 (quella dell’esordio della rassegna) ha avuto come protagonista esclusiva la narrazione storica Pizzighettone 1449: intrigo al castello, per un totale di tre eventi.

Nella stagione 2011, oltre allo spettacolo già presentato l’anno precedente, sono stati in cartellone anche Pizzighettone 1500: guerre, scandali, potere e Pizzighettone 1403: la battaglia dimenticata: sei le tappe complessive.

Sei anche gli eventi del terzo anno (2012), in cui sono state rappresentate le tre pièces delle edizioni precedenti, con l’aggiunta delle narrazioni storiche Visconti e Sforza: i segreti del potere e Storie di castellani: politica, intrighi, segreti.

Sempre sei gli appuntamenti nell’estate del 2013: ai tre titoli delle prime due stagioni e a Storie di castellani: politica, intrighi, segreti si è affiancato lo spettacolo Piacenza 1547: come ammazzare un duca.

Pizzighettone 1449: intrigo al castello e Pizzighettone 1500: guerre, scandali, potere sono state le protagoniste di «Racconti d’estate 2014», con una rappresentazione ciascuna.

Due debutti e una conferma per i tre eventi della stagione 2015: Francesco Sforza: l’impresa del potere e Tortona 1706: assedio alla fortezza le pièces alla loro prima rappresentazione; Pizzighettone 1449: intrigo al castello quella confermata (che precede Tortona 1706: assedio alla fortezza nella sequenza stagionale).

Sei diversi spettacoli sono stati il programma delle sei rappresentazioni allestite nell’estate 2016: Francesco Sforza: l’impresa del potere, Piacenza 1547: come ammazzare un duca, Tortona 1706: assedio alla fortezza, Visconti e Sforza: i segreti del potere, Pizzighettone 1500: guerre, scandali, potere e Pizzighettone 1449: intrigo al castello.

Ancóra sei titoli per i sei spettacoli in cartellone durante la stagione 2017: Tortona 1706: assedio alla fortezza, Visconti e Sforza: i segreti del potere, Storie di castellani: politica, intrighi, segreti, Briganti, pirati e frontiere (entry dell’anno), Pizzighettone 1500: guerre, scandali, potere e Pizzighettone 1449: intrigo al castello.

Salgono a sette le rappresentazioni allestite durante «Racconti d’estate 2018»: Pizzighettone 1403: la battaglia dimenticata, Briganti, pirati e frontiere, la coppia della stagione 2014 (in ordine invertito), Tasse, balzelli e tanti guai, Piacenza 1547: come ammazzare un duca e Storie (impreviste) fra le mura (quest’ultima al suo debutto estivo).

Chiudono la lista i dieci titoli déi dieci eventi andati in scena nell’estate 2019: Piacenza 1547: come ammazzare un duca, Tasse, balzelli e tanti guai, Storie di castellani: politica, intrighi, segreti, Tortona 1706: assedio alla fortezza, la coppia di spettacoli aggiuntasi nella stagione 2011 (in ordine inverso), Briganti, pirati e frontiere, Napoli 1465: la vendetta del condottiero (novità dell’anno), Visconti e Sforza: i segreti del potere e Storie di castellani: politica, intrighi, segreti.

Info

Luoghi:
Pizzighettone (Cremona, Lombardia – Italia), cerchia muraria (Piazza d’Armi)
Castiglione d’Adda (Lodi, Lombardia – Italia), Castello Pallavicino Serbelloni (Largo Castello, 23) ed ex Municipio (Piazza Giacomo Matteotti, 1)
Bagnone (Massa e Carrara, Toscana – Lunigiana, Italia), Palazzo del Consiglio/Museo Archivio della Memoria (Piazza Roma, 11)
Tortona (Alessandria, Piemonte – Valle Scrivia, Italia), Parco del Castello (Piazza Guglielmo Oberdan/Voltone)
Piacenza (Emilia-Romagna – Italia), Palazzo Gotico (Piazza dei Cavalli)
Berceto (Parma, Emilia-Romagna – Val Taro, Italia), Castello Rossi (Via Ranunzio Marchetti/Via Aldo Moro)
Levanto (La Spezia, Liguria – Riviera di Levante, Italia), Loggia Comunale (Piazza del Popolo)
Moneglia (Genova, Liguria – Riviera di Levante, Italia), Torre di Villafranca (Lungomare Dante Alighieri)
Nibbiano (Alta Val Tidone – Piacenza, Emilia-Romagna – Valtidone, Italia), Piazza del Castello
Bergamo (Lombardia – Italia), Cittadella Viscontea (Piazza della Cittadella)
Manarola (Riomaggiore – La Spezia, Liguria – Cinque Terre, Italia), Porta Rossa (Piazza Castello)
Milano (Lombardia – Italia), Castello Sforzesco (Piazza Castello)
Porto Venere (La Spezia, Liguria – Golfo dei Poeti, Italia), Spianata di San Pietro (Calata Doria/Via Vittoria)
Brescia (Lombardia – Italia), Castello (Via del Castello, 9)
Parma (Emilia-Romagna – Italia), Cittadella (Viale delle Rimembranze, 5)
Sestri Levante (Genova, Liguria – Tigullio, Italia), Parco di San Nicolò dell’Isola (Via Penisola)

Date:
24 Luglio, 28 Agosto e 3 Settembre 2010 (a Pizzighettone)
2, 16 e 30 Luglio, 13 e 27 Agosto e 3 Settembre 2011 (a Pizzighettone)
30 Giugno, 7 e 28 Luglio, 4 Agosto, 1o e 15 Settembre 2012 (a Pizzighettone e Castiglione d’Adda)
29 Giugno, 6 Luglio, 10 e 17 Agosto, 7 e 14 Settembre 2013 (a Pizzighettone e Castiglione d’Adda)
5 e 26 Luglio 2014 (a Pizzighettone)
27 Giugno, 22 e 23 Agosto 2015 (a Bagnone, Pizzighettone e Tortona)
9 e 30 Luglio, 7, 14, 20 e 27 Agosto 2016 (a Pizzighettone, Piacenza, Tortona e Berceto)
25 Giugno, 20 e 22 Luglio, 8, 19 e 26 Agosto 2017 (a Tortona, Levanto, Moneglia, Nibbiano e Pizzighettone)
30 Giugno, 7 e 26 Luglio, 11, 18 e 25 Agosto e 1o Settembre 2018 (a Bergamo, Manarola, Milano, Pizzighettone, Porto Venere e Brescia)
22 e 29 Giugno, 6 e 14 Luglio, 3, 10, 28 e 31 Agosto, 7 e 14 Settembre 2019 (a Parma, Sestri Levante, Brescia, Tortona, Milano, Pizzighettone, Moneglia, Bergamo e Piacenza)

Enti organizzatori:
«GVM» (tappe di Pizzighettone)
Comune di Castiglione d’Adda (tappe di Castiglione d’Adda)
Museo Archivio della Memoria (tappa di Bagnone)
Associazione «Casa Grande» (tappa di Nibbiano)
Confluenze Festival (tappa di Nibbiano)

Con il patrocinio di:
Provincia di Lodi (tappe di Castiglione d’Adda del 2012)

In collaborazione con:
Rete Provinciale delle Biblioteche e degli Archivi Storici di Massa e Carrara (tappa di Bagnone)
Biblioteca Civica «Giovan Battista Cartegni» di Bagnone (tappa di Bagnone)
Rete Museale «Terre dei Malaspina e delle Statue Stele» (tappa di Bagnone)
Monica Armanetti (tappe di Bagnone e di Pizzighettone del 22 Agosto 2015)
Emma Gaia Bugoni (tappa di Nibbiano)

Facebook:
raccontidestate

E-mail (Davide Tansini):
e v e n t i @ t a n s i n i . i t

Telefono (Davide Tansini):
349 2203693

Note:
gli eventi sono stati ideàti e condotti da Davide Tansini, che detiene la paternità creativa e tutti i diritti sia della serie itinerante «Racconti d’estate» sia di ciascuno spettacolo rappresentato durante le tappe della serie stessa; i contenuti da lui illustràti al pubblico durante le manifestazioni di «Racconti d’estate» sono basàti sugli esiti delle sue ricerche in àmbito storico; gli eventi della rassegna «Racconti d’estate» non sono rievocazioni storiche con personaggî in costume e animali

Per approfondire:

© Davide Tansini: tutti i diritti riservàti – Pubblicato il 20 Giugno 2015 – Aggiornato all’8 Giugno 2020