Progetti

I progetti culturali ideàti e diretti da Davide Tansini riguardano la storia (medievale, rinascimentale e moderna), la fotografia, l’arte contemporanea, l’architettura e gli archivî.

Concepiti come indirizzi programmatici e piattaforme operative, trovano sbocco e applicazione in diversi eventi e attività: mostre (d’arte e documentarie), sets e sopralluoghi fotografici, conferenze, itinerarî tematici e didattici, narrazioni storiche, incontri informali e curatéle di portali Web.

L’area in cui operano include il Nord-Ovest Italia, la Svizzera meridionale, il Sud-Est della Francia e il Principato di Monaco.

Sono stati finora sviluppàti: «Immagine e memoria», «Lombardia sforzesca», «Incontri castellani», «Forme sfuggenti», «Racconti d’estate», «Chimere», «Alla scoperta di mura e castelli», «Forme, materia, colore», «Castelli last minute», «Racconti d’autunno», «Quattro chiacchiere nella storia», «Materia e colore», «Tracce di storia» e «Materia e Colore Open Days».

Di séguito le schede déi singoli progetti.

Immagine e memoria

«Immagine e memoria» si occupa di acquisire, catalogare e conservare traccia delle testimonianze storiche attraverso riproduzioni fotografiche digitali.

I soggetti degli scatti sono architetture (edificî religiosi, fortificazioni, palazzi, strutture di servizio), paesaggî, opere d’arte (affreschi, miniature, murales, quadri, sculture), cultura materiale (graffiti, utensili), documenti archivistici (disegni, mappe, memoriali, missive, note, registri, relazioni).

Oltre alla conservazione, scòpo del progetto è quello di fornire uno strumento per lo studio e per la ricerca storica.

Il corpus delle fotografie scattate e raccolte per «Immagine e memoria» assomma a oltre 100.000 immagini.

Il progetto è attivo in Italia, Svizzera, Svezia, Francia, Vaticano e Monaco dal 2005.

Gli esiti di «Immagine e memoria» sono stati utilizzàti anche per le attività di «Incontri castellani», «Lombardia sforzesca» (entrambe dal 2012), «Quattro chiacchiere nella storia» (dal 2011), «Racconti d’autunno» (dal 2015), «Racconti d’estate» (dal 2010) e «Tracce di storia» (2017).

Lombardia sforzesca

Il progetto «Lombardia sforzesca» si occupa déi territorî nel Nord-Ovest Italia e nella Svizzera italiana che furono soggetti al casato degli Sforza fra tardo Medioevo e primo Rinascimento (XV-XVI secolo).

Questa dinastia acquisì il dominio del Ducato di Milano nel 1450 e (tra varie vicissitudini) rimase sul trono milanese fino al 1535.

A partire dalla metà del Quattrocento gli esponenti della famiglia Sforza conservarono e strutturarono una situazione territoriale destinata a mantenersi fino alle soglie dell’Età Contemporanea (pur con significative modificazioni), contribuendo a plasmare l’odierna Lombardia.

Lo scòpo di «Lombardia sforzesca» è acquisire, rielaborare e presentare in forma divulgativa le informazioni provenienti dalle ricerche storico-scientifiche sul periodo sforzesco.

La localizzazione principale (Emilia-Romagna, Grigioni, Lombardia, Piemonte, Ticino e Toscana) si fonda sul concetto di Lombardia storica (intesa come area più ampia di quella dell’odierna regione e comprendente larga parte dell’Italia settentrionale) e sulle vicende politiche del Ducato di Milano fra XV e XVI secolo.

Il progetto non tralascia i territorî limitrofi a quelli della signoria sforzesca (per esempio, le repubbliche fiorentina e veneziana e i dominî estensi e sabaudi) o gli stati che gli Sforza controllarono (come la Repubblica di Genova, con le odierne Corsica e Liguria).

Gli argomenti trattàti da «Lombardia sforzesca» riguardano il tardo Medioevo e il primo Rinascimento italiano e sono molteplici: architettura, arte, cultura, curiosità, economia, eventi, personaggî, pubblicazioni e società.

Il progetto è attivo dal 2011 e Davide Tansini lo dirige dal 2014.

Incontri castellani

«Incontri castellani» è una serie itinerante di conferenze che ha come tema le fortificazioni medievali, rinascimentali e moderne (specialmente del Centro-Nord Italia).

Ideate e condotte personalmente da Davide Tansini, le tappe della serie sono articolate su trentanove titoli differenti (la maggior parte ricorrenti).

Oltre alle caratteristiche architettoniche e ai dati cronistorici, ogni conferenza esamina soprattutto aspetti peculiari déi numerosi e complessi rapporti che legano le opere fortificate con le varie forme della civiltà: arte, cucina, economia, letteratura, natura, società, territorio, vita quotidiana.

Proprio utilizzando le vicende di rocche, castelli e borghi murati (e organizzandole attraverso specifiche scelte tematiche), le illustrazioni degli incontri fanno emergere continuità e discontinuità tra passato e presente.

La serie è attiva in Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia e Toscana dal 2012 e in Piemonte dal 2013.

Ogni stagione è formata da un numero di tappe variabile fra dodici e quindici. Finora, si sono tenuti 121 appuntamenti.

Forme sfuggenti

La rassegna itinerante «Forme sfuggenti» è un progetto d’arte contemporanea dedicato alle sculture in legno.

La serie allestisce sets fotografici che scenarizzano le opere scultoree in luoghi abitualmente non impiegàti per eventi culturali ed espositivi di tipo tradizionale.

Grazie alle loro peculiarità architettoniche e paesistiche, questi scenarî riescono a esaltare e trasfigurare le sculture stesse.

La fotocamera ha il compito di realizzare il prodotto materiale del procedimento: le immagini in cui è fissata l’interazione visiva tra opere d’arte, architetture e paesaggî, che resta perciò fruibile anche dopo il disallestimento dei sets.

Ideata e diretta da Davide Tansini, «Forme sfuggenti» è attiva in Italia, Svizzera, Francia e Monaco dal 2018. Finora, si sono svolte sessantotto tappe in altrettante località.

Racconti d’estate/Racconti d’autunno

Il ciclo «Racconti d’estate» propone al pubblico gli spettacoli di narrazione storica ideati e presentàti da Davide Tansini.

Ispiràti al teatro di narrazione, questi eventi sono basàti sulle ricerche condotte dallo storico e riguardano vicende del Medioevo, del Rinascimento e dell’Età Moderna.

A seconda della location, le rappresentazioni possono tenersi in forma dinamica (con percorso guidato a tappe) o statica (con platea).

La serie è attiva in Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte e Toscana dal 2010 (fra Giugno e Settembre).

Dal 2015 si è aggiunta la rassegna gemella «Racconti d’autunno»: interamente lombarda, propone gli spettacoli di Davide Tansini durante la stagione autunnale (fra Ottobre e Novembre).

Finora, Davide Tansini ha condotto sessantaquattro spettacoli durante il periodo primaverile ed estivo, più altri quarantasei d’autunno e d’inverno, per un totale di 110 eventi ripartiti su tredici titoli diversi.

Chimere

«Chimere» è un ciclo itinerante di mostre d’arte contemporanea dedicato alla fotografia.

La rassegna è nata specificamente per presentare al pubblico gli scatti di «Forme sfuggenti», la serie di sets fotografici che scenarizzano sculture lignee presso locations abitualmente non utilizzate per eventi espositivi e culturali di tipo tradizionale.

Ideata e diretta da Davide Tansini (al pari della stessa «Forme sfuggenti»), «Chimere» è iniziata nel 2018 e ha fatto tappa in Emilia-Romagna, Liguria e Lombardia.

Alla scoperta di mura e castelli

«Alla scoperta di mura e castelli» è una serie itinerante di percorsi didattico-esplorativi dedicàti alla conoscenza dell’architettura fortificata medievale, rinascimentale e moderna del Centro-Nord Italia.

L’impostazione degli eventi rovescia lo schema consueto della visita guidata (spiegazione frontale e illustrazione di tipo induttivo) e chiama il pubblico a partecipare attivamente.

Basandosi sul metodo logico induttivo/deduttivo e partendo dall’osservazione diretta delle caratteristiche architettoniche, il conduttore (tramite opportune indicazioni) stimola i partecipanti a ragionare, fare ipotesi, discuterne e confrontarsi, per arrivare a comprendere il funzionamento delle antiche strutture fortilizie.

Ideati e guidàti da Davide Tansini (che qui ha la funzione di facilitator), gli eventi della rassegna «Alla scoperta di mura e castelli» si svolgono in Emilia-Romagna e in Lombardia dal 2011. Finora, si sono tenuti ventidue appuntamenti della rassegna.

Forme, materia, colore

«Forme, materia, colore» è una serie itinerante di mostre d’arte contemporanea dedicata alla pittura, alla scultura e alla fotografia.

Riguardo a quest’ultima forma artistica, il ciclo presenta al pubblico gli scatti di «Forme sfuggenti», la rassegna di sets fotografici che scenarizzano sculture in legno presso luoghi solitamente non impiegàti per mostre ed eventi culturali di tipo tradizionale.

Ideata e diretta da Davide Tansini (come la stessa «Forme sfuggenti»), «Forme, materia, colore» è iniziata nel 2018 e ha fatto tappa in Emilia-Romagna e in Liguria.

Castelli last minute

La rassegna itinerante «Castelli last minute» prende in esame le opere fortificate del Nord Italia costruite fra Medioevo, Rinascimento ed Età Moderna: castelli, cerchie murarie, cittadelle, fortezze, forti, fronti bastionàti, piazzeforti, rocche, torri.

Propone incontri informali, organizzàti in modo essenziale e con ridotto preavviso, in cui i temi storico-architettonici sono sviluppàti con parole semplici, pur rispettando i dati forniti dalla ricerca storica.

L’illustrazione analizza non soltanto le caratteristiche architettoniche delle fortificazioni, ma anche il contesto storico in cui nacquero e operarono.

L’iniziativa si presta a più livelli di fruizione, poiché diversi sono gli aspetti esaminàti dalla spiegazione: arte, cultura, curiosità, economia, personaggî, politica, società, territorio, vita quotidiana.

Ogni tappa della serie è dedicata a un singolo complesso fortificato. «Castelli last minute» è iniziata nel 2012 e, finora, ha toccato sedici località in Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte e Toscana.

Quattro chiacchiere nella storia

La rassegna itinerante «Quattro chiacchiere nella storia» propone incontri informali a temi variabili, riguardanti diversi aspetti storici del Medioevo, del Rinascimento e dell’Età Moderna.

Oltre all’utilizzo di toni colloquiali, caratteristica di questi appuntamenti è quella di basarsi non soltanto sulle relazioni e sui discorsi frontali di un presentatore, ma di lasciare largo spazio al pubblico per approfondimenti on demand.

Partendo da un filo conduttore prestabilito, gli argomenti sono distribuiti e sviluppàti in base alle domande e alle richieste déi partecipanti.

Gli incontri si prestano a molteplici livelli di fruizione, anche perché gli argomenti trattàti sono varî: architettura, arte, cultura, curiosità, economia, istituzioni, personaggî e dinastie, politica, società, territorio, toponomastica, vita quotidiana.

«Quattro chiacchiere nella storia» ha avuto inizio nel 2011 e, finora, si è svolta in Emilia-Romagna e Lombardia.

Materia e colore

«Materia, colore» è stata una serie itinerante di mostre d’arte contemporanea dedicata alla pittura e alla scultura.

Ideata e curata da Davide Tansini, la rassegna si è svolta dal 2012 al 2015 in Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia e Piemonte.

Tracce di storia

«Tracce di storia» è stata una rassegna itinerante di mostre documentarie interattive dedicata all’architettura del Medioevo, del Rinascimento, dell’Età Moderna e di quella Contemporanea.

Peculiarità di quest’iniziativa è stata la ricerca di una sintesi tra la fruibilità immediata déi contenuti storici e le richieste di approfondimento on demand, modulabili in base alle sensibilità e agli interessi déi partecipanti.

Ideata e curata da Davide Tansini, la serie si è svolta nel 2017 in Liguria e in Lombardia.

Info

Facebook:
tansinidavide

Twitter:
DavideTansini

E-mail:
e v e n t i @ t a n s i n i . i t

Telefono:
349 2203693

© Davide Tansini: tutti i diritti riservàti – Pubblicato l’8 Settembre 2009 – Aggiornato al 6 Settembre 2020