Davide Tansini

Storia, architettura, arte e ricerca

Immagine e memoria

Immagine e memoria

Centro-Nord Italia e Svizzera italiana – dal 2005


  • Che cosa: architettura, arte, documenti e territorio del Medioevo, del Rinascimento, dell’Età Moderna e dell’Età Contemporanea.
  • Dove: Italia (Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana e Veneto) e Svizzera (Ticino).
  • Come: riprese fotografiche digitali.
  • Quando: dal 2005.
  • Info: cellulare 349 2203693, Facebook www.facebook.com/tansinidavide, e-mail eventi@tansini.it.

Grondola di Pontremoli (Massa e Carrara, Toscana – Lunigiana)

Ruderi del Castello Malaspina

Fotografia di Davide Tansini

Fotografia digitale

2013

Proprietà Davide Tansini

Grondola di Pontremoli (Massa e Carrara, Toscana – Lunigiana). Ruderi del Castello Malaspina. Davide Tansini. Fotografia digitale. 2013

Lo studio e la ricerca storici si fondano sui documenti: fondi archivistici, strutture architettoniche, siti archeologici, opere artistiche, per arrivare sino al paesaggio e al territorio.

Senza l’apporto delle testimonianze storiche non sarebbe possibile conoscere le epoche, le persone e le vicende del passato: infatti, i documenti sono il legame che richiama il passato alla memoria umana. Di conseguenza, possono diventare anche monumenti: qualcosa che «fa ricordare» (dal latino moneo).

Ma i monumenti non sono eterni. Con il tempo possono subire distruzioni e alterazioni anche consistenti, tali da eroderne il valore e la rappresentatività. Prevenire o cercare di limitare i danni derivanti da queste perdite è un’operazione culturale significativa quanto il reperimento e lo studio delle documentazioni: un’operazione rivolta contemporaneamente al passato, al presente e al futuro.

Il progetto «Immagine e memoria» – ideato e condotto da Davide Tansini – si occupa di raccogliere alcune di queste testimonianze, conservandole attraverso forme semplici e pratiche che combinino la percezione visiva con lo strumento informatico: le riproduzioni fotografiche digitali.

Le immagini acquisite per il progetto riguardano varî tipi di monumenti storici: architetture civili (borghi, quartieri, palazzi), produttive (cascine, laboratorî, opificî) e religiose (abbazie, cattedrali, chiese, conventi, monasteri, oratorî, sacelli), infrastrutture e vie di comunicazione (canali, ferrovie dismesse, gallerie, ponti, strade), iscrizioni (epigrafi, graffiti, insegne, lapidi), opere d’arte (pittura, scultura) e paesaggî (campi, córsi e specchî d’acqua)

Particolare attenzione è riservata alle fortificazioni (castelli, cerchie murarie, rocche, torri), alle documentazioni d’archivio (atti notarili, decreti, dispaccî, gride, lettere, mappe, memoriali, missive, registri, sentenze) e alle strutture militari storiche (arsenali, caserme, comandi, fronti bastionàti, piazzeforti, polveriere).

Per l’architettura fortificata e militare «Immagine e memoria» si dedica non soltanto ai complessi più vasti e noti, alle vedute d’insieme o agli edificî primarî, ma anche alle strutture minori, trasformate o non più integre, soffermandosi pure su dettaglî ed elementi secondarî. Tutto ciò per acquisire maggiori informazioni relative a ciascun monumento.

Il periodo storico cui l’operazione si concentra maggiormente copre il Medioevo, il Rinascimento, l’Età Moderna e l’Età Contemporanea. Speciale riguardo è dedicato agli antichi stati italiani del Ducato di Milano e della Repubblica di Genova.

Attivato nel 2005, il progetto ha finora raccolto circa 60.000 immagini fra Italia e Svizzera.

Fra il 2005 e il 2015 sono state eseguite riprese fotografiche ad architetture, opere d’arte e paesaggî situàti nelle regioni Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana e Veneto (territorî di Alessandria, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Ferrara, Firenze, Genova, La Spezia, Latina, Lecco, Mantova, Massa e Carrara, Milano, Modena, Monza e Brianza, Napoli, Novara, Parma, Pavia, Piacenza, Pisa, Reggio nell’Emilia, Savona, Varese, Vercelli e Verona) e nel canton Ticino (Locarno).

Le copie delle documentazioni archivistiche sono state acquisite presso i seguenti istituti: Archivio di Stato di Cremona, Archivio di Stato di Milano, Archivio di Stato di Torino, Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana di Milano, Archivio Storico Civico di Pavia, Archivio Storico Comunale di Monterosso al Mare, Archivio Storico Comunale di Pizzighettone, Biblioteca Civica di Pizzighettone, Biblioteca Passerini Landi di Piacenza, Biblioteca Statale di Cremona, Archivio Nazionale Svedese [Svenska Riksarchivet] di Stoccolma (Svezia). Altri documenti sono stati fotografàti presso collezioni private a Bagnone, Casalpusterlengo, Nibbiano, Pizzighettone e Pontremoli.


Fornovo di Taro (Parma, Emilia-Romagna – Val Taro)

Pieve di Santa Maria Assunta: archivolto del portale Sud

Fotografia di Davide Tansini

Fotografia digitale

2013

Proprietà Davide Tansini

Fornovo di Taro (Parma, Emilia-Romagna – Val Taro). Pieve di Santa Maria Assunta: archivolto del portale Sud. Davide Tansini. Fotografia digitale. 2013

Localizzazione – Comuni (italiani e svizzeri): Abbiategrasso, Adro, Agazzano, Alassio, Albenga, Alessandria, Alseno, Anacapri, Angera, Antegnate, Arena Po, Aulla, Bagnaria, Bagnolo in Piano, Bagnone, Basaluzzo, Bassignana, Bedizzole, Belgioioso, Berceto, Bereguardo, Bettola, Binasco, Bobbio, Bonassola, Bondeno, Borghetto di Borbera, Borgo San Giacomo, Borgo Ticino, Borgo Val di Taro, Borgonovo Val Tidone, Brescia, Brugnato, Brusaporto, Busana, Busseto, Cadeo, Calendasco, Calestano, Camairago, Camogli, Canneto sull’Oglio, Canossa, Caorso, Cappella Cantone, Capriata d’Orba, Capriate San Gervasio, Capriolo, Carbonara Scrivia, Carpaneto Piacentino, Casaletto Ceredano, Casalmaggiore, Casalnoceto, Casalpusterlengo, Caselle Landi, Cassano d’Adda, Castana, Castell’Arquato, Castellania, Castelleone, Castelli Calepio, Castelnuovo Bocca d’Adda, Castelnuovo Magra, Castelverde, Castiglione d’Adda, Cavacurta, Cerignale, Cigognola, Coli, Collecchio, Cologno al Serio, Como, Corniglio, Corte Brugnatella, Cortemaggiore, Costa de’ Nobili, Covo, Crema, Cremona, Cusago, Deiva Marina, Desenzano del Garda, Divignano, Farini, Ferrara, Fidenza, Filattiera, Fiorenzuola d’Arda, Firenze, Fombio, Fontanella, Fontanellato, Formia, Fornovo di Taro, Fortunago, Framura, Garbagna, Gazzola, Genova, Godiasco Salice Terme, Gossolengo, Gottolengo, Gropparello, Grumello Cremonese ed Uniti, Inverno e Monteleone, Iseo, Isola del Cantone, La Spezia, Lacchiarella, Langhirano, Lavagna, Laveno-Mombello, Lerici, Levanto, Licciana Nardi, Locarno, Lodi, Lonato del Garda, Lugagnano Val d’Arda, Maccastorna, Maleo, Manerba del Garda, Medesano, Melegnano, Meleti, Milano, Moneglia, Moniga del Garda, Montecastello, Monterosso al Mare, Montesegale, Monticelli d’Ongina, Montodine, Monza, Monzambano, Mozzanica, Mulazzo, Nibbiano, Noceto, Novara, Novi Ligure, Opera, Orio Litta, Orzinuovi, Ostiano, Ovada, Padenghe sul Garda, Pagazzano, Pandino, Palazzolo sull’Oglio, Parma, Pavia, Pellegrino Parmense, Perledo, Peschiera Borromeo, Piacenza, Pianello Val Tidone, Pietra de’ Giorgi, Piovera, Piozzano, Pisa, Pizzighettone, Podenzano, Polesine Parmense, Ponte dell’Olio, Pontenure, Pontremoli, Porto Venere, Pozzolengo, Pozzolo Formigaro, Pumenengo, Rapallo, Redondesco, Remedello, Riccò del Golfo di Spezia, Riomaggiore, Rivanazzano Terme, Rivarolo Mantovano, Rivergaro, Rocca de’ Giorgi, Roccabianca, Roccaforte Ligure, Roccafranca, Romagnese, Romanengo, Romano di Lombardia, Rudiano, Ruino, Sala Baganza, Salerano sul Lambro, Salò, San Bassano, San Colombano al Lambro, San Damiano al Colle, San Daniele Po, San Felice del Benaco, San Giorgio Piacentino, San Pietro in Cerro, San Polo d’Enza, San Rocco al Porto, San Secondo Parmense, Sant’Angelo Lodigiano, Santa Cristina e Bissone, Santa Margherita Ligure, Santa Maria della Versa, Santo Stefano di Magra, Sarmato, Sarzana, Scandolara Ravara, Scandolara Ripa d’Oglio, Serravalle Scrivia, Sestri Levante, Silvano d’Orba, Sirmione, Solignano, Somaglia, Soncino, Spilamberto, Spineto Scrivia, Stazzano, Stradella, Tagliolo Monferrato, Terenzo, Terranova dei Passerini, Tizzano Val Parma, Tortona, Traversetolo, Travo, Tresana, Trezzo sull’Adda, Turano Lodigiano, Urago d’Oglio, Urgnano, Vailate, Valeggio sul Mincio, Valmozzola, Valverde, Varano de’ Melegari, Varese Ligure, Varsi, Varzi, Vercelli, Vernasca, Vernazza, Verolanuova, Verolavecchia, Vigevano, Vignole Borbera, Vigolzone, Villachiara, Villafranca in Lunigiana, Villanterio, Voghera, Zavattarello, Zerba, Zeri e Ziano Piacentino. Città metropolitane e province (italiane) e distretti (svizzeri): Alessandria, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Ferrara, Firenze, Genova, La Spezia, Latina, Lecco, Locarno, Mantova, Massa e Carrara, Milano, Modena, Monza e Brianza, Napoli, Novara, Parma, Pavia, Piacenza, Pisa, Reggio nell’Emilia, Savona, Varese, Vercelli e Verona. Regioni (italiane) e cantoni (svizzeri): Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Ticino, Toscana e Veneto. Archivî e biblioteche: Archivio di Stato di Cremona, Archivio di Stato di Milano, Archivio di Stato di Torino (Piemonte), Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana di Milano, Archivio Storico Civico di Pavia, Archivio Storico Comunale di Monterosso al Mare, Archivio Storico Comunale di Pizzighettone, Biblioteca Civica di Pizzighettone, Biblioteca Passerini Landi di Piacenza, Biblioteca Statale di Cremona, collezioni private a Bagnone, Casalpusterlengo, Nibbiano, Pizzighettone e Pontremoli, Archivio Nazionale Svedese [Svenska Riksarchivet] di Stoccolma (Svezia).

Ideazione e direzione – Davide Tansini.

Note – Le riprese fotografiche del progetto «Immagine e memoria» sono state effettuate con le autorizzazioni richieste dai singoli casi e nel rispetto delle normative sul diritto d’autore (Legge 633/1941, Decreto Legislativo 68/2003 e Legge 2/2008), sulla privacy (Decreto Legislativo 196/2003), sui beni culturali (Decreto Legislativo 42/2004) e sul segreto militare (Regio Decreto 1161/1941). L’effettuazione delle riprese fotografiche e la conservazione delle immagini prodotte da tali operazioni avviene per sole finalità di studio e ricerca.




Niccolò Cartegni al Principe Tommaso Corsini

Lettera

Tresana, 1824 Gennaio 20

Bagnone (Massa e Carrara, Toscana – Lunigiana), collezione privata

Niccolò Cartegni al Principe Tommaso Corsini. Lettera. Tresana, 1824 Gennaio 20. Bagnone (Massa e Carrara, Toscana – Lunigiana), collezione privata

Davide Tansini

Storia, architettura, arte e ricerca

Immagine e memoria

Tutti i diritti riservati. Versione 2014 transitoria. Aggiornamento: 10 Marzo 2015

Pubblicazione non periodica (Leggi 47/1948 e 62/2001)

Per le indicazioni di pubblicazione accedi alla pagina Note

Il progetto «Immagine e memoria» riguarda beni culturali (architettura, arte, documenti d’archivio e storia) dell’Italia centro-settentrionale e della Svizzera meridionale, risalenti in gran parte al Medioevo, al Rinascimento, all’Età Moderna e all’Età Contemporanea. I territorî italiani in cui il progetto è operativo sono quelli della Campania (Napoli), dell’Emilia-Romagna (Ferrara, Modena, Parma, Piacenza e Reggio nell’Emilia), del Lazio (Latina), della Liguria (Genova, La Spezia e Savona), della Lombardia (Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia e Varese), del Piemonte (Alessandria, Novara e Vercelli), della Toscana (Firenze, Massa e Carrara e Pisa) e del Veneto (Verona). In Svizzera il progetto è attivo nel canton Ticino (Locarno). I territorî delle province e delle cttà metropolitane coinvolti dal progetto «Immagine e memoria» sono l’Alessandrino, il Bergamasco, il Bresciano, il Carradino, il Comasco, il Cremonese, il Ferrarese, il Fiorentino, il Genovese, il Lecchese, il Lodigiano, il Mantovano, il Massese, il Milanese, il Modenese, il Monzese, il Novarese, il Parmense (Parmigiano), il Piacentino, il Pisano, il Reggiano, lo Spezzino, il Varesotto, il Vercellese e il Veronese. Il territorio svizzero su cui opera il progetto è il Locarnese. Le regioni storiche su cui il progetto opera sono la Brianza, le Cinque Terre, i Colli Tortonesi, la Gera d’Adda, la Lunigiana, il Monferrato e l’Oltrepò Pavese. Le zone orografiche coinvolte nel progetto «Immagine e memoria» sono i fiumi Adda, Ceno, Lambro, Magra, Mincio, Oglio, Olona, Panaro, Po, Secchia, Serio, Tanaro, Taro, Ticino, Trebbia e Vara, i torrenti Arda, Aulella, Aveto, Baganza, Borbera, Boreca, Curone, Enza, Luretta, Mozzola, Nure, Ongina, Orba, Ossona, Parma, Scuropasso, Scrivia, Staffora, Stirone, Taverone, Tidone, Verde, Versa e Vobbia, i laghi di Como (Lario), di Garda (Benaco), d’Iseo (Sebino) e il Lago Maggiore (Verbano), la Riviera Ligure di Levante e la Riviera Ligure di Ponente, la Val d’Arda, la Val d’Aulella, la Val d’Enza, la Val d’Ongina, la Val d’Orba, la Val d’Ossona, la Val di Vara, la Valbaganza, la Valborbera, la Valceno, la Valcurone, la Vallescuropasso, la Valluretta, la Valmagra, la Valmozzola, la Valnure, la Valpanaro, la Valparma, la Valscrivia, la Valsecchia, la Valstaffora, la Valstirone, la Valtanaro, la Valtaro, la Valtaverone, la Valtidone, la Valtolla, la Valtrebbia, la Valverde, la Valversa e la Valvobbia. I comuni italiani e svizzeri interessàti dal progetto sono i seguenti: Abbiategrasso (Milano, Lombardia), Adro (Brescia, Lombardia), Agazzano (Piacenza, Emilia-Romagna), Alassio (Savona, Liguria), Albenga (Savona, Liguria), Alessandria (Piemonte), Alseno (Piacenza, Emilia-Romagna), Anacapri (Napoli, Campania), Angera (Varese, Lombardia), Antegnate (Bergamo, Lombardia), Arena Po (Pavia, Lombardia), Aulla (Massa e Carrara, Toscana), Bagnaria (Pavia, Lombardia), Bagnolo in Piano (Reggio nell’Emilia, Emilia-Romagna), Bagnone (Massa e Carrara, Toscana), Basaluzzo (Alessandria, Piemonte), Bassignana (Alessandria, Piemonte), Bedizzole (Brescia, Lombardia), Belgioioso (Pavia, Lombardia), Berceto (Parma, Emilia-Romagna), Bereguardo (Pavia, Lombardia), Bettola (Piacenza, Emilia-Romagna), Binasco (Milano, Lombardia), Bobbio (Piacenza, Emilia-Romagna), Bonassola (La Spezia, Liguria), Bondeno (Ferrara, Emilia-Romagna), Borghetto di Borbera (Alessandria, Piemonte), Borgo San Giacomo (Brescia, Lombardia), Borgo Ticino (Novara, Piemonte), Borgo Val di Taro o Borgotaro (Parma, Emilia-Romagna), Borgonovo Val Tidone (Piacenza, Emilia-Romagna), Brescia (Lombardia), Brugnato (La Spezia, Lombardia), Brusaporto (Bergamo, Lombardia), Busana (Reggio nell’Emilia, Emilia-Romagna), Busseto (Parma, Emilia-Romagna), Cadeo (Piacenza, Emilia-Romagna), Calendasco (Piacenza, Emilia-Romagna), Calestano (Parma, Emilia-Romagna), Camairago (Lodi, Lombardia), Camogli (Genova, Liguria), Canneto sull’Oglio (Mantova, Lombardia), Canossa (Reggio nell’Emilia, Emilia-Romagna), Caorso (Piacenza, Emilia-Romagna), Cappella Cantone (Cremona, Emilia-Romagna), Capriata d’Orba (Alessandria, Piemonte), Capriate San Gervasio (Bergamo, Lombardia), Capriolo (Brescia, Lombardia), Carbonara Scrivia (Alessandria, Piemonte), Carpaneto Piacentino (Piacenza, Emilia-Romagna), Casaletto Ceredano (Cremona, Lombardia), Casalmaggiore (Cremona, Lombardia), Casalnoceto (Alessandria, Piemonte), Casalpusterlengo (Lodi, Lombardia), Caselle Landi (Lodi, Lombardia), Cassano d’Adda (Milano, Lombardia), Castana (Pavia, Lombardia), Castell’Arquato (Piacenza, Emilia-Romagna), Castellania (Alessandria, Piemonte), Castelleone (Cremona, Lombardia), Castelli Calepio (Bergamo, Lombardia), Castelnuovo Bocca d’Adda (Lodi, Lombardia), Castelnuovo Magra (La Spezia, Liguria), Castelverde (Cremona, Lombardia), Castiglione d’Adda (Lodi, Lombardia), Cavacurta (Lodi, Lombardia), Cerignale (Piacenza, Emilia-Romagna), Cigognola (Pavia, Lombardia), Coli (Piacenza, Emilia-Romagna), Collecchio (Parma, Emilia-Romagna), Cologno al Serio (Bergamo, Lombardia), Como (Lombardia), Corniglio (Parma, Emilia-Romagna), Corte Brugnatella (Piacenza, Emilia-Romagna), Cortemaggiore (Piacenza, Emilia-Romagna), Costa de’ Nobili (Pavia, Lombardia), Covo (Bergamo, Lombardia), Crema (Cremona, Lombardia), Cremona (Lombardia), Cusago (Milano, Lombardia), Deiva Marina (La Spezia, Liguria), Desenzano del Garda (Brescia, Lombardia), Divignano (Novara, Piemonte), Farini (Piacenza, Emilia-Romagna), Ferrara (Emilia-Romagna), Fidenza (Parma, Emilia-Romagna), Filattiera (Massa e Carrara, Toscana), Fiorenzuola d’Arda (Piacenza, Emilia-Romagna), Firenze (Toscana), Fombio (Lodi, Lombardia), Fontanella (Bergamo, Lombardia), Fontanellato (Parma, Emilia-Romagna), Formia (Latina, Lazio), Fornovo di Taro (Parma, Emilia-Romagna), Fortunago (Pavia, Lombardia), Framura (La Spezia, Liguria), Garbagna (Alessandria, Piemonte), Gazzola (Piacenza, Emilia-Romagna), Genova (Liguria), Godiasco Salice Terme (Pavia, Lombardia), Gossolengo (Piacenza, Emilia-Romagna), Gottolengo (Brescia, Lombardia), Gropparello (Piacenza, Emilia-Romagna), Grumello Cremonese ed Uniti (Cremona, Lombardia), Inverno e Monteleone (Pavia, Lombardia), Iseo (Brescia, Lombardia), Isola del Cantone (Genova, Liguria), La Spezia (Liguria), Lacchiarella (Milano, Lombardia), Langhirano (Parma, Emilia-Romagna), Lavagna (Genova, Liguria), Laveno-Mombello (Varese, Lombardia), Lerici (La Spezia, Liguria), Levanto (La Spezia, Liguria), Licciana Nardi (Massa e Carrara, Toscana), Locarno (Ticino), Lodi (Lombardia), Lonato del Garda (Brescia, Lombardia), Lugagnano Val d’Arda (Piacenza, Emilia-Romagna), Maccastorna (Lodi, Lombardia), Maleo (Lodi, Lombardia), Manerba del Garda (Brescia, Lombardia), Medesano (Parma, Emilia-Romagna), Melegnano (Milano, Lombardia), Meleti (Lodi, Lombardia), Milano (Lombardia), Moneglia (Genova, Liguria), Moniga del Garda (Brescia, Lombardia), Montecastello (Alessandria, Piemonte), Monterosso al Mare (La Spezia, Liguria), Montesegale (Pavia, Lombardia), Monticelli d’Ongina (Piacenza, Emilia-Romagna), Montodine (Cremona, Lombardia), Monza (Monza e Brianza, Lombardia), Monzambano (Mantova, Lombardia), Mozzanica (Bergamo, Lombardia), Mulazzo (Massa e Carrara, Toscana), Nibbiano (Piacenza, Emilia-Romagna), Noceto (Parma, Emilia-Romagna), Novara (Piemonte), Novi Ligure (Alessandria, Piemonte), Opera (Milano, Lombardia), Orio Litta (Lodi, Lombardia), Orzinuovi (Brescia, Lombardia), Ostiano (Cremona, Lombardia), Ovada (Alessandria, Piemonte), Padenghe sul Garda (Brescia, Lombardia), Pagazzano (Bergamo, Lombardia), Pandino (Cremona, Lombardia), Palazzolo sull’Oglio (Brescia, Lombardia), Parma (Emilia-Romagna), Pavia (Lombardia), Pellegrino Parmense (Parma, Emilia-Romagna), Perledo (Lecco, Lombardia), Peschiera Borromeo (Milano, Lombardia), Piacenza (Emilia-Romagna), Pianello Val Tidone (Piacenza, Emilia-Romagna), Pietra de’ Giorgi (Pavia, Lombardia), Piovera (Alessandria, Piemonte), Piozzano (Piacenza, Emilia-Romagna), Pisa (Toscana), Pizzighettone (Cremona, Lombardia), Podenzano (Piacenza, Emilia-Romagna), Polesine Parmense (Parma, Emilia-Romagna), Ponte dell’Olio (Piacenza, Emilia-Romagna), Pontenure (Piacenza, Emilia-Romagna), Pontremoli (Massa e Carrara, Toscana), Porto Venere o Portovenere (La Spezia, Liguria), Pozzolengo (Brescia, Lombardia), Pozzolo Formigaro (Alessandria, Piemonte), Pumenengo (Bergamo, Lombardia), Rapallo (Genova, Liguria), Redondesco (Mantova, Lombardia), Remedello (Brescia, Lombardia), Riccò del Golfo di Spezia (La Spezia, Liguria), Riomaggiore (La Spezia, Liguria), Rivanazzano Terme (Pavia, Lombardia), Rivarolo Mantovano (Mantova, Lombardia), Rivergaro (Piacenza, Emilia-Romagna), Rocca de’ Giorgi (Pavia, Lombardia), Roccabianca (Parma, Emilia-Romagna), Roccaforte Ligure (Alessandria, Piemonte), Roccafranca (Brescia, Lombardia), Romagnese (Pavia, Lombardia), Romanengo (Cremona, Lombardia), Romano di Lombardia (Bergamo, Lombardia), Rudiano (Brescia, Lombardia), Ruino (Pavia, Lombardia), Sala Baganza (Pavia, Emilia-Romagna), Salerano sul Lambro (Lodi, Lombardia), Salò (Brescia, Lombardia), San Bassano (Cremona, Lombardia), San Colombano al Lambro (Milano, Lombardia), San Damiano al Colle (Pavia, Lombardia), San Daniele Po (Cremona, Lombardia), San Felice del Benaco (Brescia, Lombardia), San Giorgio Piacentino (Piacenza, Emilia-Romagna), San Pietro in Cerro (Piacenza, Emilia-Romagna), San Polo d’Enza (Reggio nell’Emilia, Emilia-Romagna), San Rocco al Porto (Lodi, Lombardia), San Secondo Parmense (Parma, Emilia-Romagna), Sant’Angelo Lodigiano (Lodi, Lombardia), Santa Cristina e Bissone (Pavia, Lombardia), Santa Margherita Ligure (Genova, Liguria), Santa Maria della Versa (Pavia, Lombardia), Santo Stefano di Magra (La Spezia, Liguria), Sarmato (Piacenza, Emilia-Romagna), Sarzana (La Spezia, Liguria), Scandolara Ravara (Cremona, Lombardia), Scandolara Ripa d’Oglio (Cremona, Lombardia), Serravalle Scrivia (Alessandria, Piemonte), Sestri Levante (Genova, Liguria), Silvano d’Orba (Alessandria, Piemonte), Sirmione (Brescia, Lombardia), Solignano (Parma, Emilia-Romagna), Somaglia (Lodi, Lombardia), Soncino (Cremona, Lombardia), Spilamberto (Modena, Emilia-Romagna), Spineto Scrivia (Alessandria, Piemonte), Stazzano (Alessandria, Piemonte), Stradella (Pavia, Lombardia), Tagliolo Monferrato (Alessandria, Piemonte), Terenzo (Parma, Emilia-Romagna), Terranova dei Passerini (Lodi, Lombardia), Tizzano Val Parma (Parma, Emilia-Romagna), Tortona (Alessandria, Piemonte), Traversetolo (Parma, Emilia-Romagna), Travo (Piacenza, Emilia-Romagna), Tresana (Massa e Carrara, Toscana), Trezzo sull’Adda (Milano, Lombardia), Turano Lodigiano (Lodi, Lombardia), Urago d’Oglio (Brescia, Lombardia), Urgnano (Bergamo, Lombardia), Vailate (Cremona, Lombardia), Valeggio sul Mincio (Verona, Veneto), Valmozzola (Parma, Emilia-Romagna), Valverde (Pavia, Lombardia), Varano de’ Melegari (Parma, Emilia-Romagna), Varese Ligure (La Spezia, Liguria), Varsi (Parma, Emilia-Romagna), Varzi (Pavia, Lombardia), Vercelli (Piemonte), Vernasca (Piacenza, Emilia-Romagna), Vernazza (La Spezia, Liguria), Verolanuova (Brescia, Lombardia), Verolavecchia (Brescia, Lombardia), Vigevano (Pavia, Lombardia), Vignole Borbera (Alessandria, Piemonte), Vigolzone (Piacenza, Emilia-Romagna), Villachiara (Brescia, Lombardia), Villafranca in Lunigiana (Massa e Carrara, Toscana), Villanterio (Pavia, Lombardia), Voghera (Pavia, Lombardia), Zavattarello (Pavia, Lombardia), Zerba (Piacenza, Emilia-Romagna), Zeri (Massa e Carrara, Toscana) e Ziano Piacentino (Piacenza, Emilia-Romagna). Gli antichi stati italiani maggiormente coinvolti nel progetto sono quelli del Ducato (o Stato) di Milano e della Repubblica di Genova. I casati nobiliari cui «Immagine e memoria» dedica maggiore attenzione sono i seguenti: Adorno, Angoulême, Anguissola, Asburgo (Austria, Habsburg, Habsburgo), Bevilacqua, Biassa, Borbone (Bourbon), Campofregoso, Cavalcabò, Centurione, Da Passano, Doria, Dal Verme, Fieschi, Fondulo, Fregoso, Landi, Malaspina, Manara, Martinengo, Orléans, Pallavicino, Rossi, Sforza, Spinola, Valois e Visconti. L’operazione condotta dal progetto «Immagine e memoria» consiste nell’acquisizione e nell’archiviazione di riprese fotografiche digitali di ciascun bene culturale preso in considerazione. Riguardo ai tipi di beni culturali oggetto dell’attività, «Immagine e memoria» si occupa soprattutto delle fortificazioni (casa-torre, castello, cerchia muraria, dongione, forte, fortino, fortezza, rocca, roccaforte, rocchetta, torre), delle architetture militari (arsenale, caserma, comando, fronte bastionato, piazzaforte, polveriera) e déi documenti archivistici (atto notarile, decreto, dispaccio, grida, lettera, mappa, memoriale, missiva, registro, sentenza). Il progetto «Immagine e memoria» è ideato e diretto da Davide Tansini: storico, studioso di storia medievale, rinascimentale e moderna, di architettura fortificata e militare, di toponomastica e di storia della navigazione fluviale, socio dell’«Istituto Italiano dei Castelli», dell’«Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda» e della «Deputazione di Storia Patria per le Province Parmensi». Le immagini acquisite dal progetto «Immagine e memoria» sono state utilizzate da Davide Tansini in occasione delle seguenti iniziative e pubblicazioni: Un ‘pezzo’ di mura, un ‘pezzo’ di storia, in «La Cronaca», Cremona, Società Editrice Nuova Informazione, XII, 202, 2005, pp. 25; Pizzighettone stretta d’assedio, contesa tra Borboni e Asburgo, in «La Cronaca», Cremona, Società Editrice Nuova Informazione, XIIII, 302, 2006, pp. 28-29; Pizzighettone 1706. Fra Spagna ed Austria (Pizzighettone, cerchia muraria – dal 3 al 12 Novembre 2006); 1449: intrighi, denaro e tradimenti al Castello di Pizzighettone, in «La Cronaca», Cremona, Società Editrice Nuova Informazione, XVI, 257, 2009, pp. 32-33; Effetto castello. Terranova dei Passerini e le fortificazioni medievali (Terranova dei Passerini, Sala Polifunzionale – 25 Ottobre e 5 Novembre 2010); Le fortificazioni ottocentesche nell’area padano-appenninica (Milano, Palazzo delle Stelline – 15 Febbraio 2011); Quattro chiacchiere nella storia – Terranova dei Passerini, prima tappa della serie itinerante «Quattro chiacchiere nella storia» (Terranova dei Passerini, Sala Polifunzionale – 13 Marzo 2011); Quattro chiacchiere nella storia – Pizzighettone, seconda tappa della serie itinerante «Quattro chiacchiere nella storia» (Pizzighettone, Polveriera San Giuliano – 10 Aprile 2011); Quattro chiacchiere nella storia – San Bassano, terza tappa della serie itinerante «Quattro chiacchiere nella storia» (San Bassano, Istituto «Marco Gerolamo Vida» – 22 Giugno 2011); Facciamo nomi e cognomi! Sud-Est Lodigiano (Terranova dei Passerini, Sala Polifunzionale – 27 Ottobre e 6 Novembre 2011); I castelli nel tempo e nel territorio lodigiano (Cavenago d’Adda, Palazzo del Comune – 25 Novembre 2011); Storie di castellani: politica, intrighi, segreti (Pizzighettone, cerchia muraria – 26 Dicembre 2011, 6 e 8 Gennaio, 26 e 30 Dicembre 2012, 6 Gennaio 2013 e 8 Novembre 2014); Castelli e propaganda dal Medioevo all’Età Moderna, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Piacenza, Libreria Internazionale «Romagnosi» – 28 Marzo 2012); Castelli della Valtaro medievale e rinascimentale, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Borgo Val di Taro, Biblioteca «Manara» – 21 Aprile 2012); Fiumi e castelli, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Orzinuovi, Biblioteca – 10 Maggio 2012); Fortificazioni asburgiche nell’Appennino tosco-emiliano, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Aulla, Palazzo del Comune – 18 Maggio 2012); Nomi e castelli, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Bozzolo, Sala Civica – 25 Maggio 2012); Castelli e fortificazioni sforzesche, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Soncino, ex Filanda Meroni – 20 Settembre 2012); Animali e castelli, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Broni, Villa Nuova Italia – 27 Settembre 2012); Castelli e castellani, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Sarzana, Palazzo Roderio – 6 Ottobre 2012); Come funzionavano i castelli, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Milano, Biblioteca Rionale «Chiesa Rossa» – 11 Ottobre 2012); Castelli del Piacentino: origini, sviluppo, caratteristiche (Castel San Giovanni, Centro Culturale – 23 e 30 Ottobre 2012); Castelli e fortificazioni viscontee, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Romano di Lombardia, Rocca Viscontea – 15 Novembre 2012); Oh che bel castello… Scopriamo i castelli!, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Genova, Biblioteca Internazionale per Ragazzi «Edmondo De Amicis» – 24 Novembre 2012); Lodi: frontiera Castello, stagione 2012 della serie itinerante «Incontri castellani» (Lodi, Istituto «Agostino Bassi» – 13 Dicembre 2012); Lodi Castle: a Subterranean History, in «AncientPlanet Online Journal», Patrasso, AncientPlanet, II, 5, 2013, pp. 104-121; Lodi: frontiera Castello (Lodi, Centro Culturale «San Cristoforo» – 11 Maggio 2013); Il Castello di Castiglione d’Adda, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (Castiglione d’Adda, Palazzo del Comune – 16 Maggio 2013); 1450: le munizioni di dieci castelli sforzeschi tra Emilia, Lombardia e Toscana (Pontremoli, Galleria Studio «Luciano Preti» – 16 Giugno 2013); Piacenza 1547: come ammazzare un duca (Castiglione d’Adda, Biblioteca Comunale «Agamennone Amiti» – 10 Agosto 2013); Fiumi e castelli, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (Casalmaggiore, Biblioteca – 17 Ottobre 2013); Alle origini dei castelli, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (Parma, Biblioteca Civica – 19 Ottobre 2013); Bugie e castelli, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (Sabbioneta, Palazzo Forti – 26 Ottobre 2013); Castelli e castellani, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (Voghera, Biblioteca Civica «Ricottiana» – 8 Novembre 2013); Come funzionavano i castelli, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (Bagnone, Palazzo del Consiglio – 16 Novembre 2013); Castelli e propaganda dal Medioevo all’Età Moderna, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (Tortona, Biblioteca Civica «Tommaso de Ocheda» – 22 Novembre 2013); Animali e castelli, stagione 2013 della serie itinerante «Incontri castellani» (La Spezia, Centro Culturale «Dialma Ruggiero» – 30 Novembre 2013); Castelli del Lodigiano: origini, funzioni, caratteristiche (Milano, Palazzo delle Stelline – 11 Febbraio 2014); Castelli e fortificazioni della Riviera di Levante, stagione 2014 della serie itinerante «Incontri castellani» (Levanto, Loggia – 13 Agosto 2014). Le immagini acquisite da Davide Tansini sono utilizzate dalle attività del progetto «Lombardia sforzesca» diretto da Davide Tansini stesso.